CUCINIAMO INSIEME che da SOLA NON mi diverto. BUONA PASQUA!

La Pasqua si avvicina  e la Primavera è gia’ iniziata, portando con sé la forza del  risveglio della natura. Tutto il mondo sta attraversando un  periodo  buio,  pieno di preoccupazioni per il futuro, ed allora  festeggiamo riscoprendo  il rito dell’uovo, simbolo di fertilità e rinnovamento, augurio e speranza di un domani migliore.  Indispensabile in cucina si può preparare in mille modi, ma è nella sua semplicità che dà il meglio di sé. Abbiniamolo agli asparagi,  salutari e gustosi   veri gioielli di stagione. Ricchi di vitamina B, C, calcio e fosforo hanno proprietà depurative e diuretiche. Si raccolgono da fine marzo a maggio e se ne raccomanda l’utilizzo nel giro di pochi giorni, per non disperderne la fragranza.

 

Asparagi in spuma tonnata e uovo mimosa

Ingredienti per 8/10 persone: 4 mazzi di Asparagi verdi di Altedo, 3 uova, 2 uova sode, gr.100 di tonno sgocciolato, 1 cucchiaio di capperi, mezzo  limone, olio di semi, sale e pepe.

Preparate gli asparagi per la cottura raschiando leggermente i turioni nella parte inferiore per  togliere eventuali legnosità. Lavateli accuratamente e riuniteli per dimensioni, in mazzi non troppo grossi. Immergeteli in acqua bollente e salata e fateli cuocere per circa 10 minuti, facendo attenzione alle punte. Con una frusta montate i tuorli e unite l’olio a filo. Unite il succo del limone e aggiustate di sale e pepe. Quando la maionese avrà la consistenza desiderata, unite il tonno e i capperi tritati. A parte montati gli albumi a neve e amalgamateli lentamente alla maionese preparata  unicamente con movimento dal basso verso l’alto. Estraete gli asparagi dall’acqua, sgocciolateli, sciogliete i mazzi e disponeteli in un piatto. Condite con un po’ di olio extravergine, spalmate nella parte centrale la salsa e cospargete con uovo sodo tritato  Serviteli tiepidi. Scoprirete quanto possa essere squisita una salsa tonnata resa spumosa dalle chiare montate a neve e quanto sia leggero il suo sapore che non soffocherà il delicato gusto degli asparagi, troppo spesso solo puro ornamento.